la tua pubblicita qui su prive advisor

L’incontro focoso di tre coppie in una spiaggia del Salento – 2° parte


17 ottobre 2018 Facebook Twitter LinkedIn Google+ Articoli Blog


incontro focoso coppie spiaggia Salento - 2 parte

Ed eccoci alla 2° versione della vicenda erotica narrata dalla nostra Barby Birba, stavolta da un punto di vista squisitamente femminile. Seconda parte:

Se non l’hai ancora letta, vai alla 1° parte.

____________________

Anche quest’anno insieme al mio compagno Marco e ai nostri amici di sempre, Eleonora e Davide, ci siamo concessi un week-end nel Salento; una vacanza iniziata come tante altre fatte insieme, ma stavolta conclusasi in modo inaspettato per tutti.

Sulla strada di ritorno, mentre eravamo tutti in macchina, mi venne il desiderio di andare in una cala che avevo scoperto essere frequentata da nudisti, ma avevo celato a tutti questo particolare. Tutti incuriositi da come vantavo le bellezze naturalistiche e incontaminate della spiagge, decidemmo di fare l’ultimo bagno estivo.

Appena arrivati notai subito una coppia che prendeva il sole: lei una donna di colore, statuaria, con un fisico che mi lasciò senza fiato. Il mio sguardo si posò sul suo ragazzo che usciva dall’acqua, un uomo dai tratti orientali, capelli lunghi neri e una tartaruga scolpita sul ventre che avrei leccato per ore.

Dopo un’ora di sole notai la ragazza di colore andare verso il mare a bagnarsi, cosi chiamai Eleonora e la convinsi a fare il bagno. Mi avvicinai alla ragazza e quasi subito entrai in confidenza con lei: mi raccontò di chiamarsi Lucy e che insieme al marito Luca si trovavano in vacanza in Italia, di origini francesi.

Mentre io e la francese Lucy eravamo in acqua, le nostre mani cominciarono a sfiorarsi e in un breve lasso di tempo avvertii la presenza del suo dito dentro la mia vulva. Intuii così, dopo pochi istanti, d’esserci già scambiati di coppia e che quel caldo pomeriggio sarebbe diventato molto eccitante, soprattutto per Marco e Davide, del tutto ignari di ciò che stesse succedendo tra noi donne.

Eleonora notò che io e Lucy, completamente immerse in acqua, ci stavamo eccitando a vicenda, ma lì per lì non fece nulla… poi d’un tratto si persuase e si sfilò il costume di sopra, restando in topless. E così la seguimmo a ruota.

Non era la prima volta che vedevo Eleonora nuda ma stavolta mi eccitai molto nel vedere i suoi capezzoli così gonfi e pronti per essere succhiati.

“Barbara io esco, mi è venuta voglia.”

“Ok tra un po’ ti raggiungo.”

Lasciai allontanare Eleonora e mi misi a scambiare due parole con Lucy, che in breve mi lasciò intuire la sua voglia di scopare col mio Marco.

Tornata in spiaggia Eleonora si diede da fare col suo ragazzo Davide: lo baciò con lussuria, sdraiata su di lui, letteralmente avvinghiata. Iniziarono a muoversi lentamente e il perizoma di lei si spostò quel tanto che riuscii a intravedere le sue grandi labbra. A quel punto Marco era visibilmente eccitato e voglioso… E così, eccitata dalla scena, decisi di raggiungerli e unirmi al loro amplesso. Senz’alcun tentennamento, gli infilai decisa una mano tra le gambe e, afferrandogli il membro, gli sussurrai:

”Amore, ho una gran voglia del tuo pene e non sono l‘unica.”

Con prorompente desiderio tirai fuori dal costume il suo glande gonfio e voglioso. Gli feci un sega solo per fare vedere a Lucy che noi eravamo pronti e pure Eleonora capì che non ci saremmo fermati lì.

Lucy iniziò a baciare il suo uomo, entrambi completamente nudi, mentre noi quattro, ognuno col suo compagno, eravamo intenti a toccarci e a baciarci con lussuria e voglia di provocare. Mentre Marco mi baciava vidi che aveva occhi solo per Eleonora, sapevo bene che era sempre stato il suo desiderio peccaminoso cosi gli dissi:

“Marco, per te oggi sarà un giorno da ricordare, te lo prometto!”

Mi accorsi subito di un’aria compiaciuta in lui e dedicarsi a me con più passione tanto da farmi venire con la bocca. Era divampava in lui la curiosità per ciò che gli stavo organizzando.

Mentre Davide ed Eleonora erano intenti a leccarsi a vicenda, la francese Lucy era intenta a spompinare il suo uomo, non senza difficoltà date le notevoli dimensioni del suo membro. Così feci un cenno per farli avvicinare a noi, senza farmi notare da Marco che nel frattempo mi stava scopando a pecora come un toro da monta.

Luca mi mise il cazzo in bocca e ad ogni colpo deciso di Marco il pene di Luca quasi mi soffocava: più Marco spingeva e più Luca godeva, e io ero la protagonista indiscussa del piacere di entrambi. Non potendo lasciare isolato dall’immenso piacere, coinvolsi Davide e iniziai a turno a fare godere i due bastoni, a toccarli con la mano prima e a prenderli in bocca dopo, mentre Marco continuava a scoparmi da dietro sempre più forte, schiaffeggiandomi sulle natiche.

Le altre due ragazze, eccitate dal vedermi con 3 arnesi da far godere, iniziarono a masturbarsi a vicenda, prima sfregandosi tra di loro il clitoride e poi penetrandosi con le dita. Vedevo Eleonora godere moltissimo e Lucy vogliosa di essere al mio posto.

Marco si allontanò da me per lasciare il posto a Davide che continuò a prendermi da dietro, mentre la mia bocca non riusciva più a fare a meno dell’arnese di Luca. Marco finalmente dava sfogo alla sua fantasia di sbattersi Eleonora come una cagna in calore! La fece sdraiare e mentre Marco le infilava il suo lungo pene, Lucy si sedette sopra la faccia di lei per farsi leccare per bene, rivolta verso Marco che la baciava con molta bramosia.

Vedevo che ad ogni colpo deciso che le infliggeva, Marco mi guardava come a cercare approvazione e ogni gemito di piacere che emettevo, per lui era la conferma che stavamo facendo godere tutti (ma soprattutto noi due).

Volevo il mio uomo per un ultimo orgasmo e cosi allontanai gli altri due che si dedicarono alle altre due donne ancora vogliose di scopare. Mi misi nella vulva il lungo arnese del mio Marco, che si muoveva  toccando i punti giusti per farmi venire in fretta, e iniziai a gridare cosi forte da dovermi infilare un dito in bocca per soffocare le urla.

Esausta da tutte quelle emozioni vissute mi resi conto che tutti e tre gli uomini erano stati intenti a soddisfare le tre pantere, senza però aver sfogato i loro cazzi fino in fondo. Così invitai le due amiche di giochi a inginocchiarsi davanti ai propri compagni.

Non si fecero pregare e si lasciarono innaffiare dal caldo seme, come un fiore che deve sbocciare. Lucy riuscì addirittura a prendere tutta la sborra in bocca ,mentre a me ed Eleonora piaceva avere la crema dei nostri compagni in faccia e sul seno.

E Come tutto ebbe inizio, purtroppo quella giornata al mare si concluse. Guardando fuori dal finestrino della macchina che sfrecciava in autostrada, mi resi conto che per me e i miei compagni di viaggio quegli amplessi erano stati solo un prologo di un’avventura che avrebbe avuto ulteriori capitoli.


Autrice: BarbyBirba (pseudonimo)

Della stessa Autrice:

Condividi

Altri Articoli

Commenti

Privè Advisor ® Articoli e Annunci per adulti

Recensioni Club Privè

Troverai articoli a sfondo sessuale, con testi, foto e video piccanti.

Attenzione! Chiudendo questo avviso, dichiari di essere Maggiorenne e di Accettare l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Leggi l'informativa sui Cookie e sulla Privacy