la tua pubblicita qui su prive advisor

L’esibizionismo di mia moglie a una festa privata


20 Marzo 2020 Articoli Blog


L'esibizionismo di mia moglie a una festa privata

La festa privata, l’atmosfera calda, gli ormoni a mille, la moglie dell’amico che ti eccita come un toro… il resto è tutto da scoprire in questo racconto erotico che non lascia spazi a fantasie e perversioni.

Avere scoperto quanto mi piacesse esibire mia moglie era stato sconvolgente per certi versi, ero sempre stato estremamente geloso, ma ora comprendevo il sentimento latente interiore che mi riempiva di gioia quando lei usciva con micro-gonne che coprivano il minimo indispensabile. In quei momenti l’eccitazione superava la gelosia, cercavo di ricacciare questo sentimento che mi pareva innaturale, ma ora ne avevo preso piena coscienza.

Il pensiero di quando eravamo stati sorpresi a scopare lungo il bordo di un campo da calcio deserto, che si era improvvisamente riempito di gente, mi fece venire in mente come già allora lo avessi trovato più eccitante che inopportuno. L’esibizionismo soft fatto con le esperienze in carsex era rimasto confinato a quelle due occasioni, non avevo più avuto modo, né il coraggio di proporre o inventare altro, ma la fortuna venne in mio aiuto.

Ci invitarono a una festa privata in collina presso una discoteca, noi e una coppia nostra amica, tutti e quattro eravamo amici comuni degli organizzatori. La sera ci trovammo tutti assieme e partimmo per la destinazione, mia moglie e l’altra amica del gruppo si erano vestite in maniera incredibilmente sexy e provocante, una gonna cortissima sotto cui avevano indossato calze a rete e tacchi, maglia attillata sopra, solo a vederla mi trovai super- eccitato. La strada per arrivare a questa discoteca si snodava per i colli e il tragitto era piuttosto lungo, ci fermammo in un bar al centro di un paesino per prendere un caffè e chiedere informazioni sulla strada da seguire.

All’interno c’erano una serie di avventori di una certa età, i classici frequentatori del sabato sera al bar, potete immaginare quando due donne così entrarono dentro. Io guardai le espressioni, le stavano spogliando con gli occhi, se avessero potuto se le sarebbero scopate lì subito, al solo pensiero mi scoprii eccitatissimo, mentre uscivamo udii alcuni che commentavano tra di loro sottovoce “che due troie che devono essere”, non penso che in quel bar abbiano mai visto e mai più vedranno due fighe come erano le nostre donne quella sera.

Finalmente arrivammo alla discoteca, è doveroso dire che le donne poco vestite e belle erano tante, ma in mezzo a tante giovani le nostre risaltavano, quella carica sexy della piena maturità e la sicurezza di donne che sanno cosa vogliono. Il mio amico condivideva con me le nostre fantasie, e vedere come le nostre donne attirassero gli sguardi vogliosi era una vera gioia per noi due. Iniziammo a fare il giro dei saluti perdendoci di vista, mentre le donne andarono in bagno noi ci fermammo a parlare con gli amici che avevano organizzato la festa.

Con Marco frequentavamo la stessa palestra, dove io andavo con mia moglie, era già capitato che diventati amici e instaurata una certa confidenza mi avesse fatto presente come Manuela fosse in forma, un modo educato per farmi capire che l’apprezzava.

La moglie esibizionista

La moglie esibizionista

Ovviamente se era bella vestita da palestra, questa sera era veramente era veramente uno sballo, e lui non si esimette dal farmelo presente,

“Spero di non offenderti, ma tua moglie stasera è veramente uno schianto”,

mi disse guardandola, o meglio spogliandola con gli occhi.

“Sì, sta molto bene vestita così”
“Svestita così vorrai dire”, replicò ridendo.
“Ahh ah, in effetti, è molto sexy ed eccitante”
“Non sai quanto…”, mormorò sommessamente.

L’eccitazione, qualche bicchiere di troppo, l’idea che improvvisamente ti assale dalla tua parte più nascosta,

“Non so in effetti, dimmelo tu, quanto?”
“Beh tanto, ma non vorrei te la prendessi”
“Siamo fra noi, dimmi cosa ne pensi”
“E’ una gran bella donna, sexy, poi vestita così, insomma fa effetto”
“Effetto? In che senso?”
“La trovo terribilmente eccitante”
“Prima ci siamo fermati in un bar venendo qui, penso se le ricorderanno per un pezzo”, raccontai ridendo, “mi sa che le abbiano scambiate per due puttane, anzi qualcuno lo ha anche detto mentre uscivamo”
“Detto come complimento sicuramente sì”
“Dici?”

Marco riportò lo sguardo su mia moglie, praticamente sbavava guardandola,

“Sì pare veramente una troia, ma non ti offendere, è in senso veramente di complimento.”
“Tranquillo, mi piace vederla così e saperla desiderata”
“Posso chiederti una cosa?”
“Dimmi”
“Ma a letto com’è?”
“Quando vuole si scatena e fa morire un uomo, si mette sopra ed è una bomba.”
“Cazzo che spettacolo deve essere vederla!”

La luce che mi si era accesa divenne sempre più intensa,

“Magari un giorno capiterà…”

“Se ti dessi le chiavi dell’ufficio di sopra cosa ne diresti? Pensi che lo farebbe con te qui?”
“Proviamo, io ne avrei voglia, sarebbe divertente.”
“In cambio vorrei guardare”
“Solo guardare ok? Va bene”,

risposi mentre Marco mi passava le chiavi, io gli porsi il mio smartphone,

“tieni questo tu, se va tutto bene filmaci”, lui lo prese sorridendo.

Raggiunsi Manuela che era con la nostra amica e altre donne che conoscevano, aveva già bevuto alcuni cocktail per cui reputai fosse il momento ideale, la presi sottobraccio dicendole che volevo farle vedere una cosa e la condussi al piano di sopra.

Entrammo nell’ufficio del locale, ovviamente buio e deserto, ma dalle finestre si vedeva un panorama spettacolare, la Luna illuminava la vallata sottostante, lei si mise vicina al vetro per ammirare la vista che si stendeva di fronte a noi. Mi posi dietro di lei e iniziai a baciarle le spalle nude, poi le infilai le mani sotto la maglia, sentii che rispondeva, si girò e mi mise la lingua in bocca, le mie mani si mossero velocemente sotto la sua mini-gonna trovandola con il sesso bagnato.

La mia moglie trasgressiva vuole le manette

Mi buttai su di una sedia tirandomela sopra, vidi con la coda dell’occhio Marco nella fessura della porta che avevo lasciato socchiusa. Manuela era scatenata, si infilò il mio membro completamente dentro e iniziò a pomparmi come una furia, vidi il nostro amico che ci fissava con gli occhi lucidi mentre filmava la scena. Andammo avanti così per un pezzo fino a che raggiungemmo il massimo piacere, rimanendo poi abbracciati a scambiarci effusioni.

La mia sexy moglie mi domina

La mia sexy moglie mi domina

Prima che qualcuno venisse a cercarci ci ricomponemmo e tornammo al piano di sopra. Marco mi venne accanto infilandomi il telefono in tasca,

“E’ una donna fantastica, che scopatrice grandiosa, sono così agitato che non posso aggiungere altro”,

chiosò concludendo e si allontanò dirigendosi verso il bar.

Mi riunii a mia moglie e i nostri amici stringendo il telefono nella tasca, non vedevo l’ora di rivedere il filmato girato da Marco.



Dello stesso Autore


Condividi

Facebook Twitter LinkedIn Google+

Seguici su Facebook

Ultimi Articoli

Lascia un Commento con Disqus